acetosa

Acetosa

Categoria:

Descrizione prodotto

Coltivazione

L’acetosa è una pianta erbacea che cresce spontanea in prati, pascoli, campi coltivati ecc. Predilige terreni argillosi, ricchi di azoto e ferro e posizioni soleggiate o a mezz’ombra. Una volta piantata l’acetosa è una pianta resistente che richeide poche cure. Si annaffia al bisogno. In alcuni climi può essere coltivata come una pianta perenne.

Uso in cucina

Le foglie possono essere mangiate come fossero spinaci, ciò dopo averle lessate, oppure possono essere aggiunte alle minestre. Un accorgimento per rendere le foglie più gradite consiste nel cambiare l’acqua una volta durante la cottura, in modo da ridurre il tipico sapore acidulo. Le foglie tenere possono essere mangiate crude in insalata. Inoltre sta bene in qualsiasi tipo di zuppa, aggiungerne un pugno conferisce maggiore acidità al piatto e dà un notevole incremento di apporto di vitamina C. Si può abbinare al pesce, normalmente a quello meno saporito. Difatti se ne aggiunge qualche foglia nel cartoccio o nell’acqua di cottura in caso di pesce lesso. Inoltre si può realizzare una salsa verde adatta in particolare al pollame e al pesce; si prepara lessando una manciata di foglie con mezza manciata di foglie di Crescione assieme a una cipolla (che poi va tolta), quindi si mescola il tutto con olio, aceto, sale e pepe fino a ottenere una massa cremosa.