Piante antismog

Le sostanze tossiche che troviamo più facilmente nell’aria sono il formaldeide, lo xilene, e il benzene che vengono rilasciate da fumo, computer, fotocopiatrici, plastica e vernici, non possiamo tralasciare l’inquinamento esterno che può penetrare negli edifici semplicemente aprendo le finestre per un rinnovo d’aria nell’ambiente.

Ed è in questo caso che intervengono alcune varietà di piante che sono in grado di catturare fino all’80% dell’inquinamento, rilansciando allo stesso tempo anche ossigeno.

Le piante assorbono queste sostanze tossiche attraverso le foglie e le loro piccole aperture detto stomi, la loro utilità è stata testata da diversi scienziati, tra iq uali figura il Dott. Bill Wolverton, ricercatore Nasa, sottolineando come queste piante antismog siano uno strumento importante contro l’inquinamento.

Agenti chimici presenti nell’aria

Formaldeide: si stratta di gas che evaporai dai mobili in truciolato dalla colla da moquette, dalle tappezzerie e dai detersivi.
Xilene: viene utilizzato come solvente nella stampa, per la lavorazione di gomme e cuoio, come agente pulente per acciai e diluente per le vernici.
Benzene: insieme al fenolo, nasce dalla degradazioen di detervisi chimici tensioattivi derivati dal petrolio
Tricloroetilene: si tratta di un solvente che viene usato in molti composti organici, per l’estrazione di oli vegetali come soia, cocco di palma e viene anche adoperato per la decaffeinizzazione del caffè e l’estrazione di essenze.

Pavan Garden Center – Vivaio a Treviso | Piante e fiori a Treviso